mercoledì 12 ottobre 2016

ITINERARI DI DEVOZIONE, LA VIA VALERIANA Angelo Valsecchi - Lidia Muffolini 1 incontro (SERALE) giovedì 6 ottobre - 2 uscite (POMERIDIANE) 13 ottobre; 9 novembre

ITINERARI DI DEVOZIONE, LA VIA VALERIANA 
Angelo Valsecchi - Lidia Muffolini
1 INCONTRO + 2 USCITE:
1 incontro (SERALE) giovedì 6 ottobre ore 20.30 presso sede SOMS viale Repubblica 3 - Iseo;

2 uscite (POMERIDIANE) 

giovedì 13 ottobre 2016:Sale Marasino  "Le chiese del cammino: San Giacomo Maggiore a Maspiano, oratorio della Beata Vergine di Gandizzano, Sant'Antonio Abate a Marasino"

mercoledì 9 novembre 2016:Zone "Le chiese dell'altopiano: San Giorgio a Cislano, San Cassiano in località Rucca, San Giovanni Battista a Zone".
€20,00
dettagli tramite comunicazioni e-mail o presso Segreteria

ITINERARIO DELLA DEVOZIONE SULLA VIA VALERIANA

Il filo conduttore degli incontri è la conoscenza della via Valeriana e dei numerosi luoghi di culto che ne caratterizzano il percorso e ne determinano l’importanza storica.
Lungo l’antica strada, tra boschi di castagni e terrazzi coltivati a ulivo, si scopre infatti la presenza inaspettata di chiese, santuari, cappelle e romitori che per lungo tempo hanno svolto la funzione di assistenza e di ristoro a viandanti e pellegrini.
Promotori della diffusione capillare di siffatti edifici furono i vescovi della Cattedrale di Brescia, unitamente ai monasteri bresciani di S. Eufemia e di S. Faustino, che avevano proprietà nell’area del lago, ed ai monasteri cluniacensi franciacortini di Rodengo e di Provaglio d’Iseo.
La maggior parte degli edifici religiosi ha un impianto “a sala”, generalmente con un’unica navata, che consentiva di avere le superfici delle pareti interne completamente libere da ingombri architettonici, consentendo la realizzazione di interi cicli di affreschi o di affollati ex-voto di forte impatto emotivo.
Una lezione frontale fornirà un quadro generale degli edifici e delle opere artistiche in essi contenute; seguiranno due uscite sul territorio alla scoperta di alcuni luoghi di culto particolarmente significativi e poco conosciuti.


Angelo Valsecchi
Ingegnere e libero professionista, docente fino al 2010 nella disciplina di Topografia e Disegno Topografico presso l’Istituto Tecnico Statale per Geometri “N: Tartaglia” – Brescia.
Ispettore onorario Soprintendenza Archeologica Lombardia, Presidente dal 1989 dell'Associazione storico-archeologica USPAAA (Unità di Salvaguardia del patrimonio archeologico, architettonico ed artistico della Franciacorta e del Sebino bresciano) ha partecipato e organizzato campagne di accertamenti archeologici in collaborazione e con la direzione della Soprintendenza Archeologica della Lombardia; ha tenuto conferenze e partecipato come relatore a  svariati convegni sui temi dell’archeologia e degli insediamenti storici del Sebino bresciano e della Franciacorta.
Autore di numerosi articoli, saggi e volumi, ha svolto svariate visite guidate per le scuole e corsi di aggiornamento per insegnanti e per operatori di promozione del territorio sulla conoscenza delle emergenze storico-architettoniche del territorio della Franciacorta e Sebino.

Lidia Muffolini
Laureata magistrale in Discipline artistiche e archeologiche, ha lavorato come catalogatrice per i Civici Musei di Brescia; ha scritto alcuni articoli per il Giornale di Brescia; ha svolto dei tirocini nella segreteria della Fondazione Cab - Istituto di cultura “Giovanni Folonari” e la leva civica regionale negli uffici del Comune di Iseo.
Dal 2007 è membro dell’Associazione U.S.P.A.A.A., con la quale ha partecipato ai progetti della Comunità Montana del Sebino bresciano “Cartellonistica storico-didattica della riviera del Sebino bresciano” e “Sebino: un’identità ritrovata”, e al corso di formazione “Arte, storia e natura nel Sebino bresciano”.
Autrice di saggi di contenuto storico-artistico, ha partecipato come volontaria FAI attivamente all'organizzazione di eventi culturali.



Nessun commento:

Posta un commento